6 giugno: incontro con le scuole per il progetto Cittadinanza consapevole

Mercoledì 6 giugno alle ore 9,00 presso il Conservatorio “Benedetto Marcello” le scuole partecipanti al progetto ANPI “Sette Martiri” e ANPI “Erminio Ferretto” Per una cittadinanza consapevole ​ la Costituzione fa scuola​ presenteranno i risultati di un anno di lavoro  degli studenti alla presenza del Presidente provinciale dell’ANPI di Venezia, Diego Collovini, di Mario Bonifacio “Bill”, partigiano, Mario Torcinovich in rappresentanza della Sezione “E. Ferretto” di Mestre e Gianluigi Placella, Presidente della nostra sezione ANPI veneziana.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Scarica la locandina.


Il progetto ,​ promosso dalle sezioni ANPI di Venezia e Mestre, in continuità con quanto realizzato durante l’anno scolastico 2015/16, si propone di attuare un percorso di studio ​ al fine di promuovere la conoscenza dell’origine, de​l significato profondo, del lo spessore civico della ​​Carta Costituzionale.

Il progetto che si rivolge alle classi ultime della scuola primaria e secondaria di primo e secondo ​grado, mira soprattutto a sviluppare negli /nelle​  allievi /e​  la consapevolezza di questi riferimenti così significativi per la nostra comunità nazionale. Da questa consapevolezza dovrebbe derivare la coscienza di essere soggetti responsabili nella società e cittadini/e attivi/e non solo nella pratica dell’osservanza delle regole, ma anche nella vigilanza sul rispetto di tali principi.

Inoltre, si ravvisa l’opportunità di risvegliare quel senso di partecipazione che fu caratteristica dei movimenti della società negli anni 70/80 e che si è progressivamente affievolito, se non del tutto spento,​ al giorno d’oggi. 

Il percorso didattico può fornire ​occasioni per ricordare come la Costituzione prevedesse ed incoraggiasse il contributo più ampio dei/delle cittadini/e, anche nell’interazione delle rappresentanze che compongono il mondo della scuola, sottolineando i contributi apportati alla società dal nuovo ruolo della donna, a partire dalla sua presenza nell’A​ssemblea costituente.

Tale percorso deve consentire la massima inclusione possibile, veicolando il messaggio che la cittadinanza italiana che pur ci caratterizza, ​ è da intendere come appartenenza alla comunità ampia e transnazionale della persona umana, per incoraggiare la concezione di un’identità planetaria. Il punto di approdo della proposta progettuale, cioè la manifestazione della consapevolezza della cittadinanza, rappresenta il momento conclusivo e di verifica del percorso ​ e costituirà un’importante occasione di condivisione di valori e principi.

Pertanto si ritiene che tali concetti siano riassumibili nelle seguenti parole chiave: consapevolezza, responsabilità, universalità.

La durata del percorso formativo è dipendente dagli obblighi formativi assunti dai diversi docenti e prevede orientativamente un numero di ore quantificabili in 15 circa, distribuite nell’anno scolastic​o, comprensive degli interventi di esperti/e che, ​come in precedenza, hanno assicurato il loro contributo.


 

Condividi!