Inaugurata ieri la pagina web, una galleria virtuale che presenta tutte le opere di artisti, fotografi, grafici, illustratori, galleristi, artigiani, creativi donate per finanziare la riparazione della nave Mare Ionio e riportarla così in mare.

Inaugurazione della mostra virtuale “Rotta solidarietà”

 

Inaugurata ieri la pagina web https://rottasolidarieta2021.org/ una galleria virtuale che presenta tutte le opere di artisti, fotografi, grafici, illustratori, galleristi, artigiani, creativi donate per finanziare la riparazione della nave Mare Ionio e riportarla così in mare perché torni a fare ciò a cui era destinata: salvare vite umane. Perché una società senza solidarietà non ha futuro!

Per l’inaugurazione il duo attoriale-comico Frullatorio (David Angeli e Marco Tonino) ha condotto la serata preceduta dai saluti di Vanessa Guidi, Presidente di Mediterranea Saving Humans e di Gianluigi Placella, Presidente di ANPI Sette Martiri Venezia; a seguire una performance attoriale di Gianni De Luigi con un finale musicale di Sir Joe Polito.

 

Seguiranno via via nei venerdì successivi: OttaviaPiccolo, Michele Gazich, Giuliomaria Garbellotto – Cantautore Precario, Mr.Wob, Talkingfrongs , Albertobettin per un progetto culturale che, seppur virtuale, coinvolgerà in maniera attiva e partecipata un grande numero di persone attraverso il linguaggio emozionale dell’arte, della creatività, della produzione artigianale, dello spettacolo.


Pagina web di Rotta solidarietà

Segui Rotta solidarietà su FB

Segui Rotta solidarietà su Instagram

Scarica il MODULO DI ADESIONE per artisti, illustratori, galleristi, artigiani


Progetto ANPI Sette Martiri Venezia–Mare Jonio di Mediterranea con l’obiettivo di reperire i finanziamenti utili a ripartire con l’attività umanitaria. 

#ANPIsaleaBordo

A Venezia, città incrocio di civiltà per antonomasia e melting pot ante litteram, che anche a fronte di recenti scelte dell’Amministrazione comunale sembra aver perso questa vocazione e appare ormai svuotata di una spinta solidaristica, nasce un’iniziativa concreta che è un grido di speranza verso il Mondo.

Una società senza umanità non ha futuro! Questo è uno degli slogan di riferimento del progetto che mette in dialogo la sezione ANPI Sette Martiri di Venezia e la nave Mare Jonio di Mediterranea, attualmente ormeggiata all’Isola della Certosa nella laguna di Venezia per riparazioni, con l’obiettivo di trovare i finanziamenti per ripartire con l’attività umanitaria.

L’Anpi che ha tra le proprie finalità il richiamo allo spirito solidaristico della Costituzione, si sente in piena sintonia con le attività umanitarie di Mediterranea. Ancora di più in un momento in cui, dalla Presidenza nazionale, si lancia un appello per una grande alleanza fra le forze progressiste, democratiche e antifasciste.

L’iniziativa della Sezione Sette Martiri che mira a diffondere la conoscenza delle attività di Mediterranea, prevede una chiamata a raccolta di artisti, fotografi, grafici, illustratori, galleristi, artigiani, creativi a livello locale, nazionale e internazionale, che offriranno le loro opere per un fundraising destinato al sostegno economico di questa “piattaforma di solidarietà” cui aderiscono molte realtà della società civile e democratica e, nell’immediato, per la messa in mare di una nuova nave.

L’invito, aperto fino alle 12:00 di domenica 25 aprile, è rivolto a artisti e artigiani, agli studenti degli istituti artistici, alle associazioni democratiche, alla cittadinanza attiva e sarà un’occasione per valorizzare le produzioni di queste attività e il loro impegno verso l’instaurarsi di una nuova sensibilità ambientale e umana. Tante e diverse presenze, quindi, come solidarietà concreta verso esuli di mare e di terra, nei confronti dei quali la nostra coscienza non permette di restare indifferenti; in un certo modo una rinascita o una conferma dell’esistenza di quella Venezia d’acqua e di terra composta da persone di buona volontà che, così come resistono di fronte alle proprie difficoltà in questo particolare periodo, allo stesso modo ancora si schierano contro le ingiustizie sociali.

Importanti adesioni all’iniziativa sono già confermare e in esposizione su questo sito. Solo per citarne qualcuna, fra gli artisti Vincenzo Eulisse, Antoni Muntadas, Stefano Grespi, Serena Nono, Silvestro Lodi, Alessandro Valeri, Franz Cimitan, Nicola Golea; fra i fotografi Paolo Utimpergher, Philippe Apatie, Roberto Bortali, René Seindal; fra le Gallerie d’arte e i luoghi di produzione culturale il Centro Internazionale della Grafica, la Galleria Michela Rizzo e la Tipografia Tintoretto e molti altri.

I loro contributi, insieme alle altre creazioni donate a Mediterranea, daranno vita ad una mostra virtuale che rimarrà aperta fino a sabato 15 maggioIn occasione dell’Opening e ogni venerdì alle 19 durante tutto il periodo di apertura sono previsti collegamenti con scrittori, attori, musicisti, critici d’arte che proporranno sempre nuovi contenuti mantenendo alta l’attenzione sulla pagina Facebook dedicata al progetto. (link)

A partire da domenica 25 aprile, tutti i visitatori avranno la possibilità di donare e prenotare le opere esposte in modo da contribuire alla raccolta fondi


Rassegna stampa:

Leggi l’articolo su il Manifesto

Scarica il pdf

 


 

Condividi!
Inaugurata ieri la pagina web, una galleria virtuale che presenta tutte le opere di artisti, fotografi, grafici, illustratori, galleristi, artigiani, creativi donate per finanziare la riparazione della nave Mare Ionio e riportarla così in mare.