ANPI Venezia https://www.anpive.org/wordpress Sezione 7 Martiri Mon, 24 Feb 2020 18:13:08 +0000 it-IT hourly 1 https://www.anpive.org/wordpress/wp-content/uploads/2016/02/cropped-12524310_1103202296391149_8192097337098509289_n-32x32.jpg ANPI Venezia https://www.anpive.org/wordpress 32 32 SOSPENSIONE DELLE ATTIVITÀ DI SEZIONE https://www.anpive.org/wordpress/2020/02/24/sospensione-delle-attivita-di-sezione/ Mon, 24 Feb 2020 18:13:05 +0000 https://www.anpive.org/wordpress/?p=2850 Cari compagni e care compagne, ragioni di prudenza ci spingono a sospendere ogni attività della Sezione e ogni evento programmato per tutta la settimana dal 24 al 1 marzo, (presentazione sabato 29 alla Scoletta dei Calegheri del libro Ronchi dei Partigiani). Per le stesse ragioni, la Sezione E. Ferretto di Mestre ha sospeso l’incontro di Leggi di piùSOSPENSIONE DELLE ATTIVITÀ DI SEZIONE[…]

L'articolo SOSPENSIONE DELLE ATTIVITÀ DI SEZIONE proviene da ANPI Venezia.

]]>
Cari compagni e care compagne,

ragioni di prudenza ci spingono a sospendere ogni attività della Sezione e ogni evento programmato per tutta la settimana dal 24 al 1 marzo, (presentazione sabato 29 alla Scoletta dei Calegheri del libro Ronchi dei Partigiani).

Per le stesse ragioni, la Sezione E. Ferretto di Mestre ha sospeso l’incontro di giovedì 27 al Centro Candiani sul Vademecum per il Giorno del Ricordo che ci vedeva co-organizzatori.

Un’eventuale ripresa dopo quella data sarà considerata in relazione all’andamento dell’infezione e alle indicazioni delle autorità.

Sara nostra cura comunicarvi ogni aggiornamento.

Un caro saluto.

Il presidente

Gianluigi Placella

L'articolo SOSPENSIONE DELLE ATTIVITÀ DI SEZIONE proviene da ANPI Venezia.

]]>
Il canto riemerso – Miriam Meghnagi in concerto a Venezia https://www.anpive.org/wordpress/2020/02/15/il-canto-riemerso-miriam-meghnagi-in-concerto-a-venezia/ Sat, 15 Feb 2020 19:44:56 +0000 https://www.anpive.org/wordpress/?p=2832 Un grande concerto, quello proposto dalla nostra Sezione Sette Martiri per la commemorazione della shoah all’Ateneo Veneto, domenica 2 febbraio: Miriam Meghnagi ha incantato tutti, perfino quelli che già l’avevano ascoltata e che l’hanno ritrovata. Un ritorno a Venezia sul sentiero di un canto riemerso dai ricordi, dalle nostalgie, dalle vicende della donna e del Leggi di piùIl canto riemerso – Miriam Meghnagi in concerto a Venezia[…]

L'articolo Il canto riemerso – Miriam Meghnagi in concerto a Venezia proviene da ANPI Venezia.

]]>
Un grande concerto, quello proposto dalla nostra Sezione Sette Martiri per la commemorazione della shoah all’Ateneo Veneto, domenica 2 febbraio: Miriam Meghnagi ha incantato tutti, perfino quelli che già l’avevano ascoltata e che l’hanno ritrovata. Un ritorno a Venezia sul sentiero di un canto riemerso dai ricordi, dalle nostalgie, dalle vicende della donna e del popolo, un canto che ha preso per mano i presenti toccati dalla voce limpida e piena e, sullo sfondo del racconto, dal pianoforte di Alessandro Gwis. Un’ora di concerto di straordinaria potenza tra storie di esili e salvazione, tra feste di cucina, profumi di famiglia e parole illuminate; dall’incanto pastorale per l’amata, allo stupore di pensarsi insieme per sempre, agli amori delusi, al conforto della parola letta e studiata come sogno da interrogare per conoscere le profondità dell’anima, alla preghiera che sale oltre le montagne e cerca la fede nella vita, atterrita dal vagare nel buio di Theresienstadt, negazione della speranza e della libertà. E infine il sole di una Tripoli antica, carezzata da un mare che porta distacchi, che unisce, che apre alla conoscenza, che offre mondi da raggiungere per arricchirsi di vita e ritrovare se stessi. Il mare come futuro, un mare che vuole porti sempre aperti ai nuovi arrivi, a navi da accogliere come spose con il loro velo fatto di scia.

Un canto che è stato un invito ad opporre alle difficoltà della vita, il privilegio della comunità, per tenere viva l’anima e restare umani. Un tributo alla memoria e alla speranza che i sommersi del passato che tornano nel presente possano riconoscersi in noi che raccogliamo le loro storie per farle nostre.

 


 

L'articolo Il canto riemerso – Miriam Meghnagi in concerto a Venezia proviene da ANPI Venezia.

]]>
Festa del Tesseramento ed altro https://www.anpive.org/wordpress/2020/02/12/festa-del-tesseramento-ed-altro/ Wed, 12 Feb 2020 08:34:09 +0000 https://www.anpive.org/wordpress/?p=2828 Care compagne e cari compagni, amici e amiche,   il 13 marzo, in occasione della giornata dedicata all’assemblea e alla festa del tesseramento stiamo organizzando un pranzo alla Trattoria La Palanca alla Giudecca che garantisce una capienza massima di 40 persone. Abbiamo concordato un menù di base con antipasto o primo, secondo, dolce, caffè, acqua Leggi di piùFesta del Tesseramento ed altro[…]

L'articolo Festa del Tesseramento ed altro proviene da ANPI Venezia.

]]>
Care compagne e cari compagni, amici e amiche,
 
il 13 marzo, in occasione della giornata dedicata all’assemblea e alla festa del tesseramento stiamo organizzando un pranzo alla Trattoria La Palanca alla Giudecca che garantisce una capienza massima di 40 persone.
Abbiamo concordato un menù di base con antipasto o primo, secondo, dolce, caffè, acqua e vino al prezzo di 30 euro di cui 15 a carico della Sezione.
Chi fosse interessato è pregato di comunicarcelo all’indirizzo anpi7martiri@libero.it  entro la fine del mese.
 
Con l’occasione vi ricordo l’appuntamento di sabato 29 febbraio alle 10,30 alla Scoletta dei Calegheri a San Tomà, per la presentazione del libro Ronchi dei Partigiani che rappresenta il nostro impegno per Il Giorno del Ricordo.
 
Un caro saluto a tutti
Gianluigi Placella
 
 

L'articolo Festa del Tesseramento ed altro proviene da ANPI Venezia.

]]>
Comunicato sul conferimento della cittadinanza onoraria veneziana alla Senatrice Liliana Segre https://www.anpive.org/wordpress/2020/01/30/comunicato-sul-conferimento-della-cittadinanza-onoraria-veneziana-alla-senatrice-liliana-segre/ Thu, 30 Jan 2020 10:16:00 +0000 https://www.anpive.org/wordpress/?p=2816 Le Sezioni “Sette Martiri” di Venezia ed “Erminio Ferretto” di Mestre che già avevano espresso la propria soddisfazione, mesi fa, al deposito di proposta di delibera di iniziativa consiliare con lo stesso obiettivo, si compiacciono per la comunicazione del conferimento, per delibera di giunta, della cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre. Questa decisione, oltre ad Leggi di piùComunicato sul conferimento della cittadinanza onoraria veneziana alla Senatrice Liliana Segre[…]

L'articolo Comunicato sul conferimento della cittadinanza onoraria veneziana alla Senatrice Liliana Segre proviene da ANPI Venezia.

]]>

Le Sezioni “Sette Martiri” di Venezia ed “Erminio Ferretto” di Mestre che già avevano espresso la propria soddisfazione, mesi fa, al deposito di proposta di delibera di iniziativa consiliare con lo stesso obiettivo, si compiacciono per la comunicazione del conferimento, per delibera di giunta, della cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre. Questa decisione, oltre ad essere un riconoscimento alla statura morale della persona e al grande valore di testimone delle disumanità patite dal suo popolo per l’abominio delle persecuzioni razziali e di ogni diversità messe in atto dai regimi complici di Hitler e di Mussolini, è al contempo una dichiarazione di antifascismo della città e del suo governo e una presa di impegno a garantire, nel rispetto della democrazia, lascito della Resistenza e della lotta partigiana, continuità nella vigilanza, rifiuto di ogni contiguità e contrasto deciso verso il fascismo di oggi, nelle sue manifestazioni di odio, discriminazione, intolleranza, disprezzo della democrazia, violenza verbale e fisica che ripetutamente si ripropongono in Italia e anche a Venezia.

ANPI Sezione “Sette Martiri” e Sezione Erminio  Ferretto

Venezia, 30 gennaio 2020

L'articolo Comunicato sul conferimento della cittadinanza onoraria veneziana alla Senatrice Liliana Segre proviene da ANPI Venezia.

]]>
Comunicato sul ripristino del monumento alla Partigiana https://www.anpive.org/wordpress/2020/01/26/comunicato-sul-ripristino-del-monumento-alla-partigiana/ Sun, 26 Jan 2020 13:21:31 +0000 https://www.anpive.org/wordpress/?p=2805 La Sezione Anpi Sette Martiri di Venezia apprende con soddisfazione dell’inizio dei lavori di ripristino del monumento alla Partigiana avviati con i fondi stanziati dal governo. Ricorda che nei giorni immediatamente successivi al disastro provocato dall’inondazione, si fece premura di dichiarare pubblicamente la sua disponibilità a provvedere al ripristino dell’opera comunicandola al Sindaco senza, peraltro, Leggi di piùComunicato sul ripristino del monumento alla Partigiana[…]

L'articolo Comunicato sul ripristino del monumento alla Partigiana proviene da ANPI Venezia.

]]>

La Sezione Anpi Sette Martiri di Venezia apprende con soddisfazione dell’inizio dei lavori di ripristino del monumento alla Partigiana avviati con i fondi stanziati dal governo. Ricorda che nei giorni immediatamente successivi al disastro provocato dall’inondazione, si fece premura di dichiarare pubblicamente la sua disponibilità a provvedere al ripristino dell’opera comunicandola al Sindaco senza, peraltro, ricevere alcun riscontro, nonostante i solleciti. Con rammarico prendiamo atto che, nemmeno dell’apertura del cantiere, si sia voluto dare comunicazione alla nostra Associazione , ignorando il ruolo di una istituzione cittadina sempre in prima linea nel fare memoria e difendere i valori della Costituzione nata dalla Resistenza che il monumento alla Partigiana, tanto caro ai veneziani, così bene rappresenta.

Venezia, 26 gennaio 2020

L'articolo Comunicato sul ripristino del monumento alla Partigiana proviene da ANPI Venezia.

]]>
Comunicato sull’aggressione fascista in Piazza San Marco https://www.anpive.org/wordpress/2020/01/02/comunicato-sullaggressione-fascista-in-piazza-san-marco/ Thu, 02 Jan 2020 10:34:39 +0000 https://www.anpive.org/wordpress/?p=2792 La Sezione Anpi “Sette Martiri” di Venezia si associa alla condanna dell’aggressione subita in Piazza San Marco da tre cittadini appartenenti a quella categoria di italiani coraggiosi richiamata dal Presidente Mattarella nel suo discorso di fine anno che meritano di rappresentare la Nazione. Dalla parte opposta, gli autori del pestaggio, membri di una categoria costituita Leggi di piùComunicato sull’aggressione fascista in Piazza San Marco[…]

L'articolo Comunicato sull’aggressione fascista in Piazza San Marco proviene da ANPI Venezia.

]]>

La Sezione Anpi “Sette Martiri” di Venezia si associa alla condanna dell’aggressione subita in Piazza San Marco da tre cittadini appartenenti a quella categoria di italiani coraggiosi richiamata dal Presidente Mattarella nel suo discorso di fine anno che meritano di rappresentare la Nazione.

Dalla parte opposta, gli autori del pestaggio, membri di una categoria costituita da vigliacchi che, riproponendo i comportamenti tipici del fascismo al quale senza vergogna si richiamano, fanno del sopruso e della intimidazione il loro vanto, propagandando ideologie violente, discriminatorie e antidemocratiche, che irridono alla storia e alle vittime dei loro stessi martìri.

All’ex deputato Arturo Scotto, a sua moglie, al loro figlio adolescente e allo sconosciuto giovane aggrediti dal branco, va la solidarietà della nostra associazione di antifascisti veneziani.

Di fronte al riproporsi ormai pressoché quotidiano del fascismo nelle sue forme basilari ed inequivoche, oltre alle iniziative delle forze dell’ordine, della magistratura e ai richiami ai divieti scritti nella Carta costituzionale, è sempre più impellente dire che l’Italia è, e non può che essere, antifascista; che sia affermata da ogni Istituzione, l’incoerenza e l’incompatibilità con la nostra Repubblica antifascista di chi si richiama a miti e pratiche che di questo Stato sono la negazione e l’eversione.

L’Anpi che rappresenta i tanti Partigiani che ai misfatti di quel regime si opposero per dare una nuova civile identità all’Italia continuerà ad appellarsi a tutte le Istituzioni, da quelle locali fino ai rappresentanti più alti, perché si neghi ogni riconoscimento e si chiuda ogni spazio di manifestazione a quanti, da fascisti, sono i nemici della nostra democrazia.

Nello specifico chiediamo al consiglio comunale cittadino di dimostrare la coerenza con le opportune dichiarazioni di solidarietà, dando seguito all’approvazione di due proposte di deliberazione molto significative della sua fedeltà ai dettati della nostra Costituzione antifascista, solidale ed inclusiva: quella che prevede di negare la concessione di spazi pubblici a chi non sottoscrive una dichiarazione di ripudio del fascismo e quella che prevede la concessione della cittadinanza onoraria di Venezia alla Senatrice Liliana Segre.”


L’intervista al presidente Gianluigi Placella sul TG del Veneto del 3 gennaio 2020:


I fatti sui media:

Venezia, il deputato Arturo Scotto e la moglie aggrediti dai fascisti al grido di “Al duce, al duce”, Fortebraccio, blog indipendente di formazione sindacale
Venezia, offendono la memoria di Anna Frank e aggrediscono ex parlamentare, RAI news
Venezia, Arturo Scotto (Mdp) aggredito: “Erano giovani e avevano il volto coperto, una squadraccia”, La Repubblica
Arturo Scotto aggredito da neofascisti a Venezia, HuffPost

 

L'articolo Comunicato sull’aggressione fascista in Piazza San Marco proviene da ANPI Venezia.

]]>
Comunicato stampa: Il nostro sostegno al conferimento della Cittadinanza Onoraria alla senatrice Liliana Segre https://www.anpive.org/wordpress/2019/12/06/comunicato-stampa/ Fri, 06 Dec 2019 18:04:59 +0000 https://www.anpive.org/wordpress/?p=2729 In relazione alla proposta di delibera presentata da consiglieri della minoranza e non solo, la Sezione ANPI “Sette Martiri” manifesta soddisfazione per l’iniziativa, ne condivide le motivazioni e assicura tutto il suo appoggio a questa azione di civiltà che, in un momento in cui si incita al disconoscimento dell’altro, al disprezzo del diverso, all’odio come Leggi di piùComunicato stampa: Il nostro sostegno al conferimento della Cittadinanza Onoraria alla senatrice Liliana Segre[…]

L'articolo Comunicato stampa: Il nostro sostegno al conferimento della Cittadinanza Onoraria alla senatrice Liliana Segre proviene da ANPI Venezia.

]]>

In relazione alla proposta di delibera presentata da consiglieri della minoranza e non solo, la Sezione ANPI “Sette Martiri” manifesta soddisfazione per l’iniziativa, ne condivide le motivazioni e assicura tutto il suo appoggio a questa azione di civiltà che, in un momento in cui si incita al disconoscimento dell’altro, al disprezzo del diverso, all’odio come sentimento unificante, propone a modello Liliana Segre che dimostra con la sua storia e con i suoi comportamenti quanto la diversità possa fornire modelli illuminanti per una società che voglia rimettere alla sua base l’amicizia e la solidarietà.

La sezione intende anche manifestare tutto il suo apprezzamento per la trasversalità della sottoscrizione. È importante che nei momenti di disorientamento la politica si dimostri compatta intorno ai valori unificanti della persona umana.

La Sezione “Sette Martiri”


Firma la petizione dell’Associazione Passaggi a NordEst

La proposta di delibera


Rassegna stampa:

♦ Il nostro comunicato su La Voce di Venezia

♦ La Nuova Venezia (6 dicembre 2019)


 

L'articolo Comunicato stampa: Il nostro sostegno al conferimento della Cittadinanza Onoraria alla senatrice Liliana Segre proviene da ANPI Venezia.

]]>
Convegno “L’autonomia regionale differenziata”, 10 ottobre 2019 https://www.anpive.org/wordpress/2019/10/12/convegno-lautonomia-regionale-differenziata-10-ottobre-2019/ Sat, 12 Oct 2019 16:19:34 +0000 https://www.anpive.org/wordpress/?p=2718 Le sezioni ANPI “Erminio Ferretto” di Mestre e “Sette Martiri” di Venezia in collaborazione con l’Associazione GIURISTI DEMOCRATICI di Venezia “Emanuele Battain” hanno promosso un convegno sul regionalismo differenziato con l’obiettivo di informare in modo approfondito sui modelli di autonomia regionale differenziata proposti da Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna e sulle loro ricadute sul piano Leggi di piùConvegno “L’autonomia regionale differenziata”, 10 ottobre 2019[…]

L'articolo Convegno “L’autonomia regionale differenziata”, 10 ottobre 2019 proviene da ANPI Venezia.

]]>

Le sezioni ANPI “Erminio Ferretto” di Mestre e “Sette Martiri” di Venezia in collaborazione con l’Associazione GIURISTI DEMOCRATICI di Venezia “Emanuele Battain” hanno promosso un convegno sul regionalismo differenziato con l’obiettivo di informare in modo approfondito sui modelli di autonomia regionale differenziata proposti da Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna e sulle loro ricadute sul piano dei diritti di cittadinanza, anche alla luce delle posizioni espresse in merito dalla nuova maggioranza di governo.
Di grande spessore le relazioni del costituzionalista Francesco Pallante, dell’economista Floriana Cerniglia e del segretario generale CGIL Veneto Christian Ferrari.
Ha introdotto il convegno Maria Cristina Paoletti, presidente della sezione “E:Ferretto”, sono interventi Angelo Pozzan, Gianluca Schiavon e Gianluigi Placella, presidente della sezione “Sette Martiri”, di cui riportiamo di seguito l’intervento scritto.
Riportiamo infine tutti le relazioni nonché gli interventi del pubblico grazie alle riprese video di Antonio Beninati che qui ringraziamo per il puntualissimo e insostituibile lavoro di documentazione delle nostre attività.

Buonasera. Porto il saluto della Sezione Sette Martiri di Venezia che ha subito condiviso questo progetto dei compagni della Sezione di Mestre e dell’Associazione Giuristi Democratici di Venezia Emanuele Battain, sia perché il tema è di stretta attualità e di grande impatto, sia per dare sviluppo anche localmente alla dichiarazione del Direttivo Nazionale dell’ANPI di forte dissenso verso le proposte di cosiddetta autonomia differenziata.
Gli interventi dei relatori di stasera ci aiuteranno a mettere in chiaro le criticità del progetto e di questo li ringraziamo.

Riteniamo che il rispetto della Costituzione sia tanto più completo quanto più è nota la conoscenza del contesto storico-politico in cui i Padri costituenti tradussero in norma le esigenze sociali.

L’indirizzo verso le autonomie regionali nella nascita del titolo quinto nel 1947, pur nel prolungato e contrastato dibattito della commissione costituente, si comprende meglio considerando il bisogno molto sentito di un superamento della concezione di Stato fortemente centralizzato quale era quello del ventennio fascista; la riforma costituzionale del 2001 poi, fu condizionata dal clima prodotto dalla propaganda secessionistica della Lega Nord che si tentò di raffreddare assecondando una maggiore decentralizzazione, dimostratasi, poi, piena di insidie per l’unità nazionale e per una equa ripartizione delle risorse.
Allo stesso modo, nel valutare la fondatezza e la portata delle richieste di autonomia differenziata di oggi, è necessario rimarcare che queste sono nate sull’onda della crisi economica del 2008 e dei conseguenti atteggiamenti protezionistici.
Se, quindi, certi orientamenti sono effetto delle pressioni sociali e politiche del momento, ogni approccio alle modifiche della Costituzione dovrebbe prudentemente astrarsi da questa cornice di contemporaneità per valutare con lo sguardo più ampio dell’orizzonte politico di lungo periodo.

Nei confronti di questo progetto, le perplessità dell’ANPI, impegnata dal suo statuto alla difesa della Costituzione, riguardano innanzitutto lo smantellamento dell’impianto solidaristico dei Costituenti.
Quell’impianto, infatti, a noi pare messo in crisi da richieste che sono vere pretese di privilegi economici a scapito delle altre regioni: prima i veneti, verrebbe da parafrasare, nel nostro caso.
Con il paradosso che, in una visione aziendalistica dell’amministrazione pubblica come quella che sempre più si va proponendo, la solidarietà che è sinonimo di coesione e forza viene, invece, presentata come freno all’intraprendenza: una debolezza, cioè; con uno spregiudicato capovolgimento orwelliano del linguaggio.
Queste preoccupazioni sono anche generate da esperienze decennali in cui l’attuale gestione autonomistica delle regioni ha prodotto, spessissimo, malversazioni e scandali sfociati in gravi vicende giudiziarie che hanno coinvolto la quasi totalità delle giunte regionali, tra cui, più clamorosamente ancora, quelle economicamente più avanzate: in particolare Veneto e Lombardia che hanno visto le condanne penali dei due rispettivi governatori del tempo.

Altro motivo di allarme della nostra Associazione sta nel fatto che avanzare la richiesta di tutte o quasi le 23 materie indicate all’art.117 contraddice l’obiettivo dichiarato di disegnare meglio le proprie specificità regionali e giustifica il timore di una finalità secessionista, inaccettabile e incompatibile con l’articolo 5 della Costituzione che, al primo comma, dichiara la Repubblica una e indivisibile.

E grande sconcerto ci viene dal paragone tra il percorso laborioso, approfondito, democratico seguito dalle commissioni costituenti e le scelte di semplificazioni, la demagogia, la scarsa trasparenza con cui questo progetto viene portato avanti; il tutto attraverso il ricorso a procedure pattizie, a leggi ordinarie e svuotando la funzione del parlamento che verrebbe coinvolto a cose fatte e privato della facoltà di apportare modifiche.

Infine, alle considerazioni di ordine generale fatte finora, non possiamo non affiancarne altre, supportate da esperienze di ambito più strettamente locale.
Oltre all’impoverimento di diritti fondamentali come salute e istruzione che è inammissibile che vengano discriminati da luogo a luogo dello stesso territorio nazionale, dal punto di vista del grande patrimonio territoriale di Venezia, ci preoccupano, tra le tante, le esclusività richieste in materia di cultura e, con esse, il trasferimento delle funzioni delle sovrintendenze; l’insistenza sul concetto di valorizzazione del territorio (con quel termine che sempre più perde ogni significato attinente alla crescita culturale per suggerire operazioni speculative); le prospettive monopolistiche nella gestione delle risorse energetiche e nelle assegnazioni di opere infrastrutturali e nella nomina dell’Autorità Portuale. Scenari sospetti se colleghiamo il tutto alla richiesta di competenza esclusiva nei procedimenti di valutazione di impatto ambientale.

La realtà locale di Venezia ha da tempo dimostrato con l’imposizione del Mose e gli scandali connessi, la questione dell’incompatibilità delle grandi navi con l’ambiente lagunare ed urbano della città, la devastazione della vita cittadina prodotta dalla monocultura turistica, quanto i diritti fondamentali non debbano essere legati ad interessi economici localistici.


1. Introduzione:
presentazione del tema e dei relatori ad opera di Maria Cristina Paoletti, presidente dell’ANPI Sez. “E. Ferretto” di Mestre, che ha moderato l’incontro, a cui hanno fatto seguito gli interventi dell’avv. Angelo Pozzan, presidente dell’Associazione “Giuristi Democratici Venezia Emanuele Battain”, e di Gianluigi Placella, presidente dell’ANPI Sez. “Sette Martiri” di Venezia.

2. Relazione della prof. Floriana Cerniglia, economista, dell’Università Cattolica Sacro Cuore di Milano

3. Relazione del prof. Francesco Pallante, costituzionalista, dell’Università di Torino

4. Relazione di Christian Ferrari, segretario generale della CGIL Veneto

5. Interventi del pubblico


L'articolo Convegno “L’autonomia regionale differenziata”, 10 ottobre 2019 proviene da ANPI Venezia.

]]>
L’AUTONOMIA REGIONALE DIFFERENZIATA https://www.anpive.org/wordpress/2019/09/26/lautonomia-regionale-differenziata/ Thu, 26 Sep 2019 08:44:12 +0000 https://www.anpive.org/wordpress/?p=2710 L'articolo L’AUTONOMIA REGIONALE DIFFERENZIATA proviene da ANPI Venezia.

]]>

Download (PDF, 453KB)

L'articolo L’AUTONOMIA REGIONALE DIFFERENZIATA proviene da ANPI Venezia.

]]>
Il massacro del Grappa – GIOVEDÌ 19 SETTEMBRE AL CENTRO CANDIANI DI MESTRE ALLE ORE 17:00 https://www.anpive.org/wordpress/2019/09/13/il-massacro-del-grappa-giovedi-19-settembre-al-centro-candiani-di-mestre-alle-ore-1700/ Fri, 13 Sep 2019 08:29:55 +0000 https://www.anpive.org/wordpress/?p=2685 Care compagne e cari compagni, amici e amiche, GIOVEDÌ 19 SETTEMBRE  AL CENTRO CANDIANI  DI MESTRE ALLE ORE  17,00, la Sezione ANPI “Erminio Ferretto”, per  conservare e  diffondere la conoscenza  delle vicende e dei valori che la Resistenza ci ha consegnato come  elemento   fondante  della Repubblica e della Costituzione e patrimonio essenziale della memoria del Paese, ha Leggi di piùIl massacro del Grappa – GIOVEDÌ 19 SETTEMBRE AL CENTRO CANDIANI DI MESTRE ALLE ORE 17:00[…]

L'articolo Il massacro del Grappa – GIOVEDÌ 19 SETTEMBRE AL CENTRO CANDIANI DI MESTRE ALLE ORE 17:00 proviene da ANPI Venezia.

]]>
Care compagne e cari compagni, amici e amiche,

GIOVEDÌ 19 SETTEMBRE  AL CENTRO CANDIANI  DI MESTRE ALLE ORE  17,00, la Sezione ANPI “Erminio Ferretto”, per  conservare e  diffondere la conoscenza  delle vicende e dei valori che la Resistenza ci ha consegnato come  elemento   fondante  della Repubblica e della Costituzione e patrimonio essenziale della memoria del Paese, ha promosso  una conferenza con la storica della Resistenza Sonia Residori – autrice del libro ” Il massacro del Grappa “-   sul rastrellamento nazifascista del settembre 1944 sul massiccio del Grappa finalizzato ad eliminare le formazioni partigiane. L’attacco fu caratterizzato da grande ferocia e violenza non solo contro i partigiani ma anche contro civili inermi ed ex prigionieri alleati.  

Sarà significativa la nostra partecipazione.

Il presidente

Gianluigi Placella

Download (PDF, 550KB)

L'articolo Il massacro del Grappa – GIOVEDÌ 19 SETTEMBRE AL CENTRO CANDIANI DI MESTRE ALLE ORE 17:00 proviene da ANPI Venezia.

]]>